Esistono dei passaggi burocratici che ciascun individuo ha effettuato almeno una volta nella vita, magari per questioni di lavoro, di studio o familiari, come puó essere ad esempio il cambio di residenza. Alcuni lo devono eseguire in quanto si sono trasferiti in una nuova localitá in cui lavorano (si pensi a tantissimi giovani professionisti che spesso si trasferiscono dal Sud Italia verso Roma o il Nord del Paese) oppure, in altri casi molto frequenti, quando giovani coppie decidono di intraprendere una nuova vita familiare assieme, spostandosi dai luoghi di origine.

Il cambio di residenza a Roma cosí come a Firenze e in altre cittá o localitá, fortunatamente, come vedremo meglio in seguito, è divenuto molto piú semplice, veloce ed è possibile effettuarlo anche in pochi passaggi attraverso un computer. Restano comunque alcuni passaggi procedurali canonici (come la verifica della residenza effettiva del richiedente in un'abitazione, da parte degli agenti della Polizia Municipale Locale), tuttavia, grazie ad alcuni interventi normativi, i tempi di acquisizione della pratica del cambio si è notevolmente velocizzata.

Ci sono dei casi specifici nei quali il cambio di residenza a Roma è fondamentale. Quando si acquista, ad esempio, una casa in un luogo diverso da quello di appartenenza, è necessario fare il cambio di residenza entro diciotto mesi dalla data dell’acquisto onde evitare multi e pagamenti aggiuntivi sulle bollette o altro. Il cambio di residenza va fatto presso le circoscrizioni municipali del luogo ove l’immobile è collocato.

La residenza, che attesta proprio la dimora abituale di un individuo all’interno di una specifica abitazione, va ascritta presso schede anagrafiche create appositamente del Comune di competenza.

Il cambio di residenza a Roma, come in altre città italiane, è dunque necessario e fondamentale, soprattutto perché, a livello amministrativo, consente l’osservanza di numerosi diritti/doveri quali: richiesta del medico di base; l’ iscrizione alle liste elettorali e la possibilità così di poter votare, iscrizione alle scuole ecc.

Qualora la modifica riguardasse non un singolo ma un’intera famiglia, la dichiarazione fa fatta da uno qualunque dei componenti della stessa, a patto che abbia compiuto la maggiore età. Il cambio di più persone di una stessa famiglia, prevede la certificazione del medesimo stato di famiglia.

In caso non vi siano legami di parentela tra le persone che abitano all’interno di uno stesso immobile, chi richiede il cambio di residenza a Roma, può decidere di iscriversi a una stato di famiglia autonomo.

Fasi e procedura per la modifica della residenza

La modifica da un comune italiano a Roma prevede tre procedure fondamentali. L’ interessato dovrà prima farne richiesta presso l’ufficio cambi di residenza; successivamente i Vigili urbani dovranno poi confermare che sia avvenuta effettivamente la modifica.

Si dovrà infine provvedere alla cancellazione della residenza presso il precedente comune di provenienza.

Procedura per la richiesta

L’ufficiale d’anagrafe non potrà accettare domande in carta libera o in un formato diverso o non compilate in tutte le parti obbligatorie che sono contrassegnate da asterisco.

La richiesta di cambio di residenza:

  • di persona
  • con raccomandata

L’invio per posta elettronica presuppone la scansione del modulo e del documento d’identità.

Novità: ora il cambio è in tempo reale

Con l’entrata in vigore del D.P.R. 154 del 2012, sono state introdotte nuove disposizioni riguardanti alcuni dei documenti anagrafici più comuni, tra cui quello per il cambio di residenza e di abitazione. Tra le novità più importanti da segnalare c’è la tempistica, notevolmente ridotta, tra la presentazione della domanda all’Ufficio Anagrafe di competenza e la lavorazione della stessa, che ora viene fatta in 2 giorni lavorativi. La Polizia Municipale ha poi 45 giorni di tempo per effettuare i dovuti controlli rispetto alla verifica delle condizioni per il cambio, qualora fosse tutto regolare trascorso questo periodo il passaggio si ritiene completato.

Il semplice cambio di domicilio invece è istantaneo nel momento di presentazione della domanda, entro due mesi se la Polizia attua delle verifiche sulle condizioni esistenti.

Ecco quindi che dai 6 mesi di attesa che questa procedura richiedeva fino a qualche tempo fa, oggi è tutto più veloce ed immediato grazie anche alle diverse modalità offerte ai cittadini per fare domanda. L’iter da seguire è semplice. Basta recarsi di persona presso lo sportello degli Uffici Anagrafe e attendere che l’addetto verifichi subito tramite i software dedicati la nostra posizione, quindi effettuerà la variazione di residenza. Il modulo unico è disponibile per il download sul sito ufficiale del Comune di Roma, va compilato in ogni parte, accompagnato dalla fotocopia del proprio documento in corso di validità e inviato tramite raccomandata o fax, mail con la propria firma digitale oppure PEC.

cambio di residenza

Per risalire all’indirizzo di posta elettronica a cui inviare tale documentazione basta modificare la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. inserendo il numero del municipio di riferimento al posto degli zeri.

Qualora la richiesta venisse respinta dall’Ufficio (nei successivi 45 giorni e a seguito di alcune verifiche), è possibile per il cittadino presentare un ricorso scritto entro e non oltre 10 giorni dall’avviso ricevuto.

Dal 9 maggio 2012, a seguito dell’entrata in vigore del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35 recante "Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo" - Modalità di applicazione dell’art. 5 ("Cambio di residenza in tempo reale") - i cambi di residenza a Roma (per chi proviene da un altro comune o dall’estero e chiede l’iscrizione anagrafica) e i cambi di abitazione (per chi è già residente a Roma e si trasferisce presso un altro indirizzo sempre all’interno del territorio capitolino) saranno online ed effettivi entro 2 giorni lavorativi dalla data della richiesta.



La procedura online per il trasferimento di residenza a Roma: ecco cosa serve. Via fax si può fare?

cambio di residenza

La richiesta del cambio di residenza potrà essere effettuata online dal portale istituzionale del Comune di Roma nella sezione indicata o recandosi personalmente al municipio di appartenenza, in questo secondo caso la residenza verrà cambiata in tempo reale grazie a un sistema software che permette all’operatore di verificare la posizione del richiedente accedendo agli archivi anagrafici e di poter effettuare contestualmente la modifica.

Il modulo di dichiarazione: serve l'appuntamento o basta la delega? E' molto importante anche per il cambio del medico di base. Quali documenti aggiornare?

Ad ogni modo, per presentare la domanda bisognerà utilizzare il modello unico ministeriale di dichiarazione anagrafica che è possibile scaricare dal portale del Comune di Roma. La domanda dovrà essere presentata in uno dei modi seguenti:

  • personalmente; oppure
  • con raccomandata;
  • via fax;
  • via posta elettronica ordinaria;
  • o – in seguito alle nuove disposizioni – inviando il modulo con firma digitale per posta elettronica certificata;
  • o, infine, tramite l’applicazione online e in tempo reale riservata agli utenti registrati al portale istituzionale.

Per conoscere i recapiti dei municipi di pertinenza e gli orari di apertura al pubblico, è bene consultare i siti dei singoli municipi che si trovano elencati nel portale del Comune di Roma.

I tempi della nuova procedura di variazione della residenza online: occhio al controllo dei vigili

Con la procedura informatizzata, i tempi passano dagli attuali due mesi (minimo)/sei mesi (massimo) ai due, tre giorni. Infatti, basteranno due giorni lavorativi dalla data di ricevimento della domanda presso l’ufficio del municipio di competenza per ottenere la residenza.

Tuttavia, cambia la tempistica, ma non cambia l’iter procedurale, per cui nei 45 giorni successivi alla richiesta del cambio di residenza o abitazione, l’ufficio effettuerà i controlli e le verifiche – tramite la Polizia Locale di Roma Capitale – per constatare che il richiedente risieda abitualmente nel domicilio indicato e per controllare la documentazione presentata. Entro i 45 giorni, l’ufficio potrà emettere un preavviso di rigetto nel caso siano state constatate delle irregolarità e in questo caso il richiedente avrà 10 giorni di tempo per presentare – in forma scritta – le proprie osservazioni ed evitare l’annullamento della procedura.

Quanto tempo occorre? Ecco la modulistica

Dal 9 maggio 2012 i cambi di residenza nonché i cambi di abitazione avvengono in poco tempo, bastano appena due giorni. Chi si trasferisce da un altro comune a Roma, subito dopo l’iscrizione anagrafica potrà richiedere i certificati di residenza e di stato di famiglia e, solo nel caso in cui sia nato a Roma, anche il certificato di nascita.

Presentare la domanda è davvero molto semplice. Bisogna utilizzare i modelli che si trovano sul sito istituzionale della città di Roma, al seguente link. Attenzione, l'utilizzo dei modelli è assolutamente necessario affinché la domanda possa venire accolta! E' possibile mandare la domanda in molti modi: di persona, presso il proprio municipio competente, fornendo il modello correttamente compilato; oppure via raccomandata, via fax o via email.

In questi casi si deve recuperare il modulo al Municipio oppure scaricarlo dall’indirizzo internet, compilarlo e poi inviarlo insieme ad una copia o scansione del documento di identità. Per i recapiti postali e i fax basta controllare sui siti internet dei municipi competenti, per trovare indirizzi e numeri. Per la mail, basterà aggiungere al seguente indirizzo mail, il numero del municipio (informazione di cui, se non siete già in possesso, potrete reperirla sempre in rete), ad esempio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

trasloco

Invece per quanto riguarda le richieste di cancellazione dei cittadini emigrati dovranno essere inoltrate all'Ufficio cambi di residenza, i cui recapiti sono: indirizzo via Luigi Petroselli n. 50 - 00186 Roma; Fax: 06/6797577 e posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (per la posta elettronica certificata invece, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Un particolare passaggio, difatti, risulta essere quello in cui si trasferisce la residenza presso un'abitazione in cui vi sia giá quella di un'altra famiglia. Indispensabile risulta essere, in questo caso specifico, il consenso al trasferimento della residenza fornito da un membro maggiorenne della famiglia che giá risieda nella casa.

E tale consenso puó essere presentato da questi attraverso due modalitá tra loro differenti: di persona, accompagnando direttamente lo stesso dichiarante allo sportello dell'ufficio comunale preposto oppure compilando un apposito spazio del modulo di dichiarazione e allegandovi una copia fotostatica del documento di identitá. Comunque sia, tutte le informazioni importanti per tale passaggio e la modulistica necessaria, si possono rintracciare, come vedremo meglio in seguito, sul sito internet del Comune di Roma.

Infatti, da questo punto di vista, la digitalizzazione di alcune procedure burocratiche ha snellito moltissimo i passaggi da effettuare e la modulistica richiesta, fino ad arrivare addirittura all'invio di alcuni documenti anche attraverso posta elettronica tradizionale oppure certificata. Basta avere un semplice computer, una connessione internet e individuare gli esatti indirizzi mail degli uffici comunali preposti. Il cambio di residenza a Roma è divenuto pertanto, per diversi aspetti, davvero semplificato.