Il mancato adempimento del pagamento di un debito contratto con l’agenzia Equitalia può dar corso a procedure cautelari, come l’ipoteca, ma non tutti sanno che c’è una soglia sotto la quale è possibile richiedere la cancellazione dell’ipoteca a spese dell’Agenzia di riscossione.

Il decreto 16/2012 sancisce la nuova soglia per la cancellazione del debito

Come stabilito dal D.L. 2 marzo 2012, n. 16, convertito con modificazioni dalla legge 44/2012, l’Agente della riscossione non può iscrivere ipoteca se l’importo complessivo del credito per cui si procede è inferiore a 20 mila euro.

Valore retroattivo del decreto

Con la sentenza nr. 5771 del 12 aprile 2012 pronunciata dalla Corte di Cassazione, a Sezioni Unite, si reputano illegittime le iscrizioni di ipoteche Equitalia per importi inferiori a 20.000 € (il limite precedente era di 8.000€, D.L.40/2010) e che il divieto di iscrivere ipoteca per i crediti vantati dal Fisco di importo inferiore a 8.000 euro, deve intendersi applicabile anche in via retroattiva alle ipoteche iscritte precedentemente all’entrata in vigore del D.L. 40/2010.

Quindi secondo le Sezioni unite della Cassazione, il divieto di procedere alle iscrizioni di ipoteche per debiti inferiori a 8.000 euro, in virtù del combinato disposto degli articoli 76 e 77 del D.P.R. n. 602/1973, vale anche per il passato.

Inoltre, la sentenza obbliga Equitalia ad operare a proprie spese le cancellazioni richieste dai cittadini. Pertanto spetta a quanti abbiano un’ipoteca iscritta su un proprio bene immobile per un debito verso il Fisco inferiore a 20.000 euro, presentare/reiterare alla società di riscossione istanza di cancellazione.

Sotto i 20.000 euro è possibile richiedere la cancellazione dell’ipoteca esattoriale

La cancellazione dell’ipoteca operata da Equitalia per importi inferiori ai 20 mila euro potrebbe inserirsi nell’insieme di facilitazioni per imprese e contribuenti introdotte dal decreto fiscale del governo Monti che prevede, tra l’altro, la necessità di informare il contribuente in forma preventiva dell’intenzione di procedere a ipoteca.

Modulo/istanza di cancellazione dell’ipoteca Equitalia

busta paga 1217

Questa richiesta di cancellazione dell’ipoteca vale solo per importi sotto i 20.000 euro. Da inoltrare tramite Raccomandata AR (o a mano)

ISTANZA DI RIESAME / CANCELLAZIONE IPOTECARIA

Spett.le Equitalia Spa,

Sportello di ...................................................

 

Il/La sottoscritto/a.............................................................................................................................................

nato/a a.....................................................................................................................................il.......................

codice fiscale........................................................................

residente in ...........................................................................................................

(qualora l'iscrizione attenga ad una persona giuridica, aggiungere: nella sua qualità di legale rappresentante

della società' .............................. con sede in .............................)

PREMESSO CHE

- in data......................................... è stata iscritta ipoteca sul/i proprio/i immobile/i sito/i in ........................................................ via......................................................................................................... ;

- il debito contestato è di importo inferiore ad Euro 20.000,00;

- la recente sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n. 5771 del 12 aprile 2012 ha ritenuto illegittime le iscrizioni ipotecarie immobiliari effettuate dalla società di riscossione per importi inferiori al limite previsto per legge;

- tale limite è stato imposto dal legislatore nazionale con decreto legge n. 16 del 2 marzo 2012, convertito in legge n. 44 del 26 aprile 2012;

- pertanto i presupposti per il mantenimento della misura cautelare sono insussistenti.

CHIEDE

il riesame della posizione nonché la cancellazione d'ufficio dell'iscrizione ipotecaria sopra descritta, con oneri di iscrizione e cancellazione a carico della società di riscossione entro 30 giorni dal ricevimento della presente, nonché la comunicazione tempestiva della avvenuta cancellazione al seguente recapito............................................................................................................................................

Si allega fotocopia del documento di identità

In fede,

................................................................................., lì .................................................................

Firma

..................................................................................................................

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Rintracciare una raccomandata: ecco come fare

La raccomandata è un sistema ritenuto ancora molto affidabile per l’invio di documenti importanti o per affidare qualsiasi cosa per cui si desidera essere certi della ricezione, ma è anche una modalità di spedizione molto lenta. 

Il pignoramento mobiliare: guida completa

L’atto di pignoramento (art. 491 C.P.C.) è la prima formalità con sui si espleta un’esecuzione forzata. Le tipologie di pignoramento sono varie, le più note e attuate sono il pignoramento immobiliare e il pignoramento mobiliare, ovvero dei beni mobili. Nella seguente guida si fornisce la definizione, le tipologie, le eventuali cause di nullità di un pignoramento e come comportarsi in caso di ricezione di un’ingiunzione, secondo quanto previsto dalla giurisprudenza e dalla dottrina corrente.