Netflix è tra i principali servizi di video streaming al mondo con un’ampia offerta di film, serie TV, documentari, spettacoli, cartoni animati, musica, sport e tutto quanto si desidera dal mondo dell’intrattenimento video.

Netflix è, però, un servizio non gratuito e su abbonamento, vi sono diverse tipologie di abbonamento e diverse modalità di sottoscrivere un abbonamento per andare incontro alle esigenze di tutti, ma allo stesso modo – nel momento in cui si desidera effettuare la disdetta di Netflix – occorre attivare una procedura leggermente diversa a seconda dei casi.

Tipologie di abbonamento e costi

Come già accennato, Netflix presenta diverse tipologie d’abbonamento al fine di andare incontro alle esigenze dei propri utenti, capacità che rende Netflix una delle piattaforme più gettonate da anni, solo ultimamente sono nate alcune piattaforme in grado di poter competere un minimo.
Esistono tre tipi di piani: il piano base, il piano standard ed il piano premium.

  • Il piano base è offerto a 7.99 euro e comprende la possibilità di guardare tutti i contenuti presenti in qualità Standard.
    Non vi è un limite di dispositivi associabili al servizio, quindi potrete fare l’accesso sul vostro pc, sul vostro tablet e/o sul vostro cellulare contemporaneamente, ma la visione è possibile solo su un dispositivo per volta, per questo risulta poco adatto alle famiglie più o meno numerose;
  • Il piano standard è offerto a 11.99 euro ed include la possibilità di guardare i contenuti in formato HD e oltre a non esservi limiti sui dispositivi associabili come per il piano base, in questo caso si ha la possibilità di guardare qualcosa su due dispositivi contemporaneamente, rendendo più facile la condivisione in famiglia.
  • Il piano premium ha un costo mensile di 15.99 euro e offre la possibilità di guardare i contenuti in qualità 4k, con uno standard di gamma e colore HDR.
    In questo caso la visione simultanea è permessa su quattro dispositivi, rendendo questo il piano più adatto alle famiglie e agli amanti della qualità!

Ultime novità: Netflix a 3 euro!

I film e le serie tv fanno ormai parte della vita di tutti noi, senza distinzione di età, genere o nazionalità, tutti quanti adorano le piattaforme che offrono numerosi contenuti da guardare in ogni occasione.
Spesso, però, si cede allo streaming illegale perché si crede che non valga la pena pagare una cifra (spesso irrisoria) per contenuti che si trovano anche online.
Ecco che Netflix, forse per questo motivo o forse solo per poter aumentare ancora il proprio numero di iscritti, ha avuto l’idea di creare un abbonamento dal costo di soli 3 euro.
Questo tipo di abbonamento risulta accessibile a molte più persone e la differenza sta nel fatto che questo rende possibile la visione solo dallo smartphone (sempre più utilizzato soprattutto dai più giovani).
L’abbonamento a 3 euro è stato già reso disponibile in India dove ha avuto un successo maggiore del previsto e chissà, magari arriverà anche qui in Italia tentando di abbattere la concorrenza sempre più agguerrita di piattaforme come Amazon Prime Video.

Rivoluzione Pay tv, ecco l’accordo tra Netflix e Sky

Una notizia davvero importante per chi non volesse più scegliere tra le offerte in termini di Pay tv è il nuovo accordo tra Sky e Netflix. Tutti coloro che possiedono un decoder SkyQ, infatti, potranno usufruire tranquillamente anche dell’applicazione di Netflix, che affiancherà le app già disponibili sul decoder di ultima generazione, come DAZN, YouTube e Spotify. Inoltre, l’altra novità importante è che d’ora in avanti ci sarà un’unica offerta, volendo, per acquistare sia Sky che Netflix. Questo significa che i clienti Sky potranno eventualmente accedere all’abbonamento Premium su Netflix, semplicemente scegliendo un pacchetto nuovo di zecca denominato “Intrattenimento Plus”. L’abbonamento ha un costo di 9,99 euro al mese in più rispetto al tradizionale pacchetto sky di intrattenimento e in questo modo si avrà a propria disposizione tutto il catalogo di Netflix. Una rivoluzione vera e propria che consente quindi a tutti gli appassionati di non scegliere più tra le serie tv targate Netflix e quelle firmate Sky. Un’offerta davvero unica che quindi propone anteprime e grandi cult di entrambe le “famiglie” per non scontentare più nessuno e con costi più abbordabili di prima.

Attenzione però: la formula “intrattenimento plus” sarà disponibile per ora soltanto per coloro che hanno già attivo un abbonamento su Netflix o possiedono già Sky Q. Per tutti i nuovi abbonati l’offerta sarà sul mercato probabilmente già prima di Natale 2019. Per i vecchi abbonati sia a Netflix che a Sky, quindi l’offerta è davvero golosa, potendo finalmente accedere a tutti i propri contenuti con soli 9,99 euro al mese in più. Inoltre, in questo modo si avrà sui propri disponitivi e in tv la possibilità di vedere sia i contenuti un tempo proposti solo sul web che quelli di Sky. Possibilità infinite, quindi, se si pensa che Netflix da solo conta oltre 150 milioni di abbonati in 190 Paesi in tutto il mondo.

Per gli abbonamenti registrati online come funziona?

Se al momento della sottoscrizione dell’abbonamento di Netflix si è preferito il canale internet attraverso il sito ufficiale Netflix, per disdirlo occorrerà effettuare la procedura sempre dal sito.

Occorre effettuare l’accesso al sito tramite l’inserimento delle proprie credenziali di accesso del proprio account Netflix (cliccando sul tasto “Accedi” e inserendo username/indirizzo e-mail  e password con i quali  è stato registrato l’account oppure inserendo le credenziali Facebook se si è effettuata la registrazione tramite Facebook). Una volta entrati nel proprio account si deve individuare la voce “Account” (solitamente posta in basso) e selezionarla, si accede così all’area Abbonamento e Fatturazione, a questo punto è sufficiente cliccare sul tasto “Disdici Abbonamento”, confermare la volontà di disdetta premendo su “Completa la disdetta” e per concludere premere “Torna all’account”.

Lo staff comunicherà via e-mail la conferma che la procedura è stata portata a buon fine. In ogni caso, si potrà continuare a usufruire dei servizi Netflix in abbonamento fino alla scadenza che in fase di disattivazione è stata indicata; dopo tale data, il servizio verrà disattivato. Con la disdetta, tuttavia, non si perde il proprio account, per cui i contenuti salvati sul proprio account restano visibili e consultabili fino a 10 mesi dalla disdetta Netflix. In caso di ripensamenti, si può quindi, tornare sul proprio account, ripetere la procedura per riattivare l’abbonamento accedendo semplicemente alla sezione “Informazioni sul piano” e facendo clic su “Riattiva il tuo abbonamento”.

Come disdire NetFlix per abbonamenti sottoscritti tramite iTunes

Nel caso in cui si è sottoscritto un abbonamento NetFlix attraverso lo smartphone scaricando l’app tramite iTunes, la disdetta può essere effettuata sia tramite l’app stessa che attraverso il software iTunes installato sul PC.

Disdetta NetFlix tramite software iTunes su PC

Per avviare la procedura di disdetta tramite iTunes installato su PC o MAC occorre aprire il programma iTunes cliccando sulla sua icona ed effettuare – se richiesto – l’accesso al proprio account Apple inserendo le proprio credenziali (per accedere, premere il tasto “accedi” posto il alto a destra dello schermo). Effettuato l’accesso, si individua la voce “Informazioni Account” del menù sotto il proprio nome o nickname, inserire la password iTunes e cliccare su “Visualizza Account” ed eseguire i seguenti passaggi:

  • Individuare la sezione “Impostazioni”;
  • Scorrere fino alla voce “Abbonamenti”;
  • Selezionare “Gestisci” (solitamente a destra);
  • Selezionare “Modifica” posto vicino alla voce Netflix;
  • Cliccare su “Disdici Abbonamento”.

Conferma la disdetta e verifica che per e-mail arrivi la conferma da parte dello staff Netflix che la procedura è stata registrata a buon fine.

Disdetta Netflix tramite dispositivo mobile (iPOD, iPhone, i Pad)

Per disdire l’abbonamento NetFlix dal proprio smartphone, è sufficiente accedere all’area “Impostazioni” del proprio dispositivo e selezionare app iTunes Store e App Store installata, si seleziona il proprio ID Apple di accesso in alto, si visualizza ID Apple e si digita la password di accesso del proprio account e premere OK. poi, occorre eseguire i seguenti passi:

  • Individuare la sezione “Abbonamenti”;
  • Selezionare la voce “Gestisci”;
  • Selezionare “Netflix”;
  • Fare “tap” sull’opzione visibile a schermo “Disattiva rinnovo automatico del servizio”.

Controllare che arrivi l’e-mail di conferma dello staff NetFlix per la conclusione a buon fine della procedura.

Indipendentemente dalla modalità di disdetta – tramite PC o Smartphone – anche per la sottoscrizione con iTunes vale la possibilità di continuare a usufruire dei contenuti Netflix fino alla scadenza prevista e solo dopo la data ultima, non sarà più possibile accedere ai contenuti Netflix.

Anche con la sottoscrizione tramite iTunes, l’account non viene cancellato, per cui si potrà continuare ad accedere anche ai contenuti salvati fino a 10 mesi dalla disdetta e per qualsiasi ripensamento si potrà tornare letteralmente sui propri passi – ripetendo i passaggi sopra elencati - per riattivare l’abbonamento o sceglierne un altro, magari più adatto alle nuove esigenze.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Decodifica del codice fiscale: tutto quello che serve sapere

 decodifica del codice fiscale

Il codice fiscale è un codice alfanumerico (composto da numeri e da lettere) che identifica a fini fiscali, senza possibilità d’errore e in maniera univoca, tutti coloro che sono residenti in Italia. Tutti i cittadini (persone fisiche) hanno un codice fiscale di 16 caratteri alfanumerici; gli enti e le società, invece, (persone giuridiche) hanno un codice di 11 cifre che inizia sempre con un numero diverso da 0: nello specifico, l’8 indicherà gli enti riconosciuti; il 9 quelli non riconosciuti.

Disdire un contratto di affitto: sai come fare?

Tutti noi, o quasi tutti noi sarebbe più corretto dire, abbiamo almeno una volta avuto un immobile (sia ad uso abitativo che ad uso commerciale) che poi abbiamo dovuto lasciare. Le motivazioni, ovviamente, possono essere centinaia e centinaia ma indipendentemente da queste le cose devono esser fatte con criterio e quindi rispettando quelli che sono i ‘vincoli’ legislativi che sono previsti dal nostro Stato.