Tra le più importanti produttrici di luce e gas, l'Eni riscalda le case degli italiani dal 1953; il pagamento avvienete attraverso comode bolletti bimestrali. Per onorare il contratto i clienti hanno diversi metodi, che vanno dal recarsi nelle sedi preposte alla domiciazione della bolletta Eni.

Dove e come pagare una bolletta Eni

Tra le più importanti produttrici di luce e gas, l'Eni riscalda le case degli italiani dal 1953; il pagamento avvienete attraverso comode bolletti bimestrali. Per onorare il contratto i clienti hanno diversi metodi, che vanno dal recarsi nelle sedi preposte alla domiciazione della bolletta Eni.

Per pagare la fornitura Eni si può compilare il bollettino del conto corrente postale allegato alla fattura e recarsi presso gli sportelli degli uffici postali o nelle sedi degli Istituti di Credito, nel primo caso i costi del servizio dipenderanno dalle commissioni correnti, nel secondo dagli accordi con la banca.

E' possibile inoltre approfittare dei punti vendita Coop abilitati che consentono il pagamento per mezzo del codice a barre, con un costo del servizio non superiore a 1,10 euro; per scoprire quali sono i supermercati che dispongono di questom servizio è sufficiente visitare il sito e-coop.it nella sezione”bollette Eni pagate alla cassa”.
Altra possibilità per chi volesse evitare le code in banca e alle poste è quella di usufruire dei servizi Lottomatica e Sisal: in entrambi i casi è sufficiente mostrare al cassiere il codice di pagamento (presente sulla stessa pagina del bollettino del conto corente) ed indicare l'importo che si deve pagare. Il costo del servizio è di 1 euro per la sisal e di 1,55 euro per Lottomatica, con il vantaggio che quest'ultima consente anche il pagamento a mezzo Bancomat.

Come pagare con carta di credito la bolletta

Se la fornitura non supera i 2.000 euro può essere pagata tramite carta di credito appartenente ai circuiti American Express, Visa, Dinners Club e Mastercard purché ci si registri sul sito eni.com.
Per pubblicizzare questa modalità ed incentivarne l'utilizzo il servizio non ha previsto costi di commissione fino al 31 Dicembre 2012, decorso il quale si pagano 2 euro + IVA. Eventuali variazione nella commissione avranno validità dal terzo mese dalla notifica da parte dell'azienda.

Come domiciliare la bolletta Eni

Ultimo metodo per pagare comodamente la bolletta eni è quello di domiciliarla presso un conto postale o bancario: in questo modo l'importo della fattura sarà addebitato direttamente sul conto corrente il giorno stesso della scadenza. Scelta questa strada la società restituirà inoltre la cauzione versata al momento della stipula del contratto.

I nuovi clienti possono avvalersi del servizio compilando il modulo di domiciliazione ricevuto con la documentazione del contratto, altro modo è attivarlo recandosi agli sportelli indicando il codice dell'azienda, individuale e di domiciliazione presenti sulla fattura.

Compilare il bollettino

Una delle operazioni di pagamento che sicuramente influiscono negativamente sulla giornata di qualunque cittadino italiano è quella effettuata tramite bollettino postale: solo il pensiero della fila alle poste può mettere il malumore anche alla persona più ottimista di questo mondo. Negli ultimi anni il pagamento del bollettino postale è diventata una operazione meno fastidiosa, grazie all'avvento di internet e dei conti on-line. Tramite il sito delle poste è infatti possibile effettuare il pagamento del bollettino postale on-line tramite conto bancario o carta ricaricabile Postepay.

Attualmente però la forma più diffusa di pagamento del bollettino postale è quella direttamente allo sportello di un ufficio postale. Il bollettino postale serve a trasferire dei fondi su determinati conti correnti, al fine di effettuare un pagamento per servizi generici o per le classiche bollette di luce, gas, ecc.

Per effettuare un pagamento generico tramite bollettino postale sono necessari i seguenti dati, con cui compilare un bollettino non prestampato ma in bianco:

  • Numero del Conto corrente postale
  • Totale da pagare
  • Totale scritto in lettere
  • Nome e Cognome a cui il Conto corrente è intestato
  • Nome, Cognome, Indirizzo di chi effettua il pagamento
  • Causale del pagamento comunicata da chi offre il servizio.

Una volta recatisi alla posta per il pagamento, l'impiegato ci restituirà la parte sinistra del bollettino, mentre la destra viene spedita a colui che abbiamo pagato. Oltre a pagare la cifra necessaria alla transazione, va pagata una commissione di 1,10 euro.

Pagamento On-line 

Andando sul sito www.poste.it è possibile, una volta registrati, usufruire dei servizi on-line fra cui il pagamento del bollettino postale, che va comunque compilato elettronicamente con gli stessi dati di quello a mano. Pare che dal prossimo anno 2010, pagare il bollettino postale sarà esentato dalla fastidiosa commissione di 1,10 euro: le poste daranno la possibilità di pagare il bollettino inserendo l'IBAN del beneficiario, e permettendo così di pagare il bollettino attraverso un normale bonifico.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Documenti di riconoscimento: quali sono? Come ottenerli?

Documenti di riconoscimento

I documenti di riconoscimento sono una serie di documenti che hanno come scopo quello di dimostrare l'identità personale del titolare che ne è in possesso. Secondo quanto previsto dall'Ordinamento giuridico italiano, i documenti di riconoscimento, per essere tali, devono possedere alcune caratteristiche.

Rinnovo della carta di identità: tutti i passaggi

Documenti

La carta di identità è essenzialmente un documento necessario al riconoscimento di un soggetto; è dunque un documento strettamente personale, contenente tutti i dati anagrafici e altri dati quali lo stato civile, la professione, la fotografia, necessari ad identificare il soggetto cui la carta di identità afferisce.