L’indennità di accompagnamento è anche comunemente chiamato “accompagno”. Per l’anno 2022, gli importi spettanti sono stati modificati. Vi illustriamo le principali novità, gli importi aggiornati e come effettuare la domanda. Gli importi sono stati modificati in positivo a favore del percipiente. L’assegno, infatti, risulta più alto per le varie categorie di beneficiari.

Quali sono i requisiti per ottenere l’indennità

Vale la pena ribadire quali sono i requisiti previsti per poter inoltrare la richiesta di indennità di accompagnamento:

  • Invalidità totale (100%) per affezioni fisiche o psichiche;
  • Impossibilità di deambulazione senza l’aiuto di un deambulatore o di un accompagnatore;
  • Impedimento a compiere azioni quotidiane e basiche della vita per cui si necessita di una continua assistenza;
  • Cittadinanza italiana (per i cittadini stranieri ma dell’Unione Europea si richiede l’iscrizione all’anagrafe del comune di residenza; mentre per i cittadini Extra-UE è richiesta la presentazione del permesso di soggiorno di almeno 1 anno);
  • Residenza abituale e stabile sul territorio italiano.

Non sono previsti limiti di reddito come, invece, è richiesto per chi percepisce l’assegno mensile di invalidità.

Gli importi per il 2022 sull’indennità di accompagnamento

L’aggiornamento delle indennità si effettua ogni anno per adeguarsi all’inflazione o alle situazioni emergenziali.

Nel 2022, la rivalutazione delle indennità comporta un aumento medio dell’1,7% dell’importo spettante rispetto al 2021. Ciò significa che l’importo dell’indennità di accompagnamento è pari a 525,17 € al mese (rispetto a 522,10 € del 2021) per un totale annuo di 6.302,04 €. L’importo è uguale per tutti poiché nel calcolo dell’indennità non viene contemplato il reddito.

Schema di tutte le indennità, pensioni minime e assegni per invalidità

Con la circolare n. 197/2021, l’INPS ha pubblicato gli importi del 2022 relativi alle pensioni, indennità e assegni per invalidi civili, sordi e ciechi con i relativi limiti di reddito dove previsti. L’adeguamento, seppur minimo, è evidente.

indennità di accompagnamento

  • Pensione ciechi civili assoluti
    2022: 315,45 € (limite di reddito: 17.050,42 €) (nel 2021 era 310,48 € con un limite di reddito di 16.982,49 €);
  • Pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati)
    2022: 291,69 € (limite di reddito: 17.050,42) (nel 2021 era 287,09 € con un limite di reddito di 16.982,49 €);
  • Pensione ciechi civili parziali
    2022: 291,69 € (limite di reddito: 17.050,42) (nel 2021 era 287,09 € con un limite di reddito di 16.982,49);
  • Pensione invalidi civili totali
    2022: 291,69 € (limite di reddito: 17.050,42 €) (nel 2021 era 287,09 € con un limite di reddito di 16.982,49 €);
  • Pensione sordi
    2022: 291,69 € (limite di reddito: 17.050,42) (nel 2021 era di 287,09 € con un limite di reddito di 16.982,49 €);
  • Assegno mensile invalidi civili parziali (74-99%)
    2022: 291,69 € (limite di reddito: 5.010,20) (nel 2021 era di 287,09 € con un limite reddituale pari a 4.931,29 €);
  • Indennità mensile frequenza minori
    2022: 291,69 € (limite di reddito: 5.010,20) (nel 2021 era di 287,09 € con un limite di reddito di 4.931,29);
  • Indennità accompagnamento ciechi civili assoluti
    2022: 946,80 € (limite di reddito: nessuno) (nel 2021 era di 938,35 € senza limite di reddito);
  • Indennità accompagnamento invalidi civili totali
    2022: 525,17 € (limite di reddito: nessuno) nel 2021 era di 522,10 € sempre senza limite di reddito;
  • Indennità comunicazione sordi
    2022: 260,76 € (limite di reddito: nessuno) (nel 2021 era di 258,82 € senza limite di reddito;
  • Indennità speciale ciechi ventesimisti
    2022: 215,35 € (limite di reddito: nessuno) (nel 2021 era di 213,79 € nessun limite di reddito;
  • Lavoratori con drepanocitosi o talassemia major
    2022: 523,83 € (limite di reddito: nessuno) (nel 2021 era di 515,58 € nessun limite di reddito.