Guardare la televisione è molto probabilmente il passatempo principale di noi essere umani. Che sia per guardare una partita, un film o uno spettacolo di intrattenimento siamo ‘obbligati’ a sostare dinanzi a quella scatola magica capace di trasmettere di tutto.
Molti canali, però, non sono raggiungibili con la classica antenna digitale che da decenni ormai staziona all’interno delle nostre abitazioni: molti, infatti, ormai fanno parte di quei pacchetti figli dei satellitari. Il primo che viene in mente è Sky che da anni ormai vanta un’egemonia e uno strapotere sul campo televisivo che non ha paragoni. In Italia, in Europa e nel mondo.
A volte i pack offerti dall’emittente di Murdoch non sono proprio accessibili a tutti e tendono a variare nel tempo: a volte le offerte non ci soddisfano più ergo siamo indirizzati verso la disdetta del contratto stipulato precedentemente. Ma come si effettua una disdetta Sky? Ci sono pagamenti supplementari da fare?

Costo della disdetta

Piccola premessa, nonchè doverosa da fare, è sulle metodologie attraverso le quali possiamo richiedere la disdetta del contratto Sky. Per arrivare a tale scopo possiamo intraprendere due strade: la prima porta all’elaborazione della disdetta tramite l’apposita sezione dedicata all’interno del sito ufficiale di Sky, la seconda invece per mezzo postale con raccomandata con ricevuta di ritorno.

In aiuto a chi usufruisce di tali servizi e ne vuole porre fine è arrivato il Decreto Bersani del 2019 che permette ai clienti di recedere dall’abbonamento pagando semplicemente il costo della disdetta del servizio.

In caso di disdetta anticipata rispetto alla data di scadenza del contratto la piccola penale da pagare è di 11,53€ mentre in caso di disdetta dopo il periodo minimo previsto alla stipula del contratto non vi sono spese aggiuntive da sostenere.

Fondamentale, comunque, è la tempistica: è altamente consigliato infatti far pervenire a Sky la disdetta del contratto almeno trenta giorni dal momento in cui vogliamo porre fine al contratto: se ciò non dovesse avvenire Sky è autorizzato a rinnovare implicitamente il contratto per almeno un altro mese.

Una volta compilato il modulo di disdetta (che in seguito andremo a vedere come si compila) bisogna muoversi anche per restituire il decoder che generalmente viene dato in comodato d’uso. Per fare questa operazione non bisogna fare nulla di particolarmente difficile in quanto bisogna semplicemente recarsi presso un centro servizio Sky autorizzato al ritiro dei decoder. In caso di restituzione di parabole, invece, è possibile che Sky applichi una piccola tassa supplementare.

Come compilare il modulo

Sky-Tv.jpg

Abbiamo parlato tanto, tantissimo, di cosa sia la disdetta Sky e che prezzi possa avere. Non abbiamo ancora parlato della compilazione dei moduli stessi.
In base alla tipologia di contratto stipulato e delle metodologie di pagamento che abbiamo scelto esistono diverse tipologie di moduli che ovviamente sono peculiari per ogni situazione. Sul sito ufficile le troviamo tutte e abbiamo la possibilità di scaricarle sul nostro pc per poi poterle compilare e quindi inviare negli uffici Sky.

Nel modulo di disdetta, comunque, tre campi sono comuni a tutti:

  • Dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza);
  • Numero contratto mediante il quale si riesce ad identificare quale contratto andare a disdire;
  • Firma dell’intestatario che ovviamente va a certificare e ultimare il modulo di disdetta.

Infine la comunicazione contenente il codice cliente con gli ovvi dati dell’intestatario può e deve essere inviata:

  • mediante raccomandata postale intestata a Sky Italia – Casella Postale 13057 – 20141 Milano;
  • oppure mandando un messaggio con la PEC (quindi con la Posta Elettronica Certificata) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Piccola e ultima precisazione sull’invio della mail: è obbligatorio che sia fatta mediante PEC e non mediante una qualsiasi comunissima email perchè altrimenti risulterebbe il tutto inutile.



Quali sono le tipologie di modulo per la disdetta SKY

In base agli abbonamenti sottoscritti, Sky mette a disposizione degli utenti diverse tipologie di modulo per recedere dagli abbonamenti residenziali o business. Inoltre, la tipologia varia a seconda che il recesso avvenga per scadenza naturale (da utilizzare qualora non si intenda rinnovare il contratto alla scadenza e da inoltrare con almeno 30 giorni di preavviso), scadenza anticipata (da utilizzare in caso si decida di recedere oltre il termine dei 14 giorni successivi la stipula e con un preavviso di 30 giorni; la recessione anticipata dal contratto prevede il versamento di una sanzione pari a 11,53 €), o entro i 14 giorni successivi la stipula del nuovo contratto (da utilizzare entro i 14 giorni dalla stipula del contratto a distanza o fuori dai locali commerciali).

I moduli validi per recedere dagli abbonamenti sono scaricabili dal sito Sky in base alla sottoscrizione di abbonamenti residenziali e/o business:

  • Sky via satellite;
  • Sky via fibra;
  • Sky sul digitale terrestre;
  • Sky e Fastweb;
  • Sky e Tim.

Facsimile del modulo di recesso dal contratto Sky

Per compilare il modulo occorre avere a portata di mano i dati anagrafici e il Codice Cliente. Oltre alla possibilità di scaricare le varie tipologie di moduli in base ai casi e poi effettuare l’invio della stesso tramite raccomandata A/R all’indirizzo sopra indicato, si suggerisce di effettuare la procedura di disdetta online direttamente sul sito Sky. Il modulo è compilabile online e una volta inseriti tutti i dati richiesti si può stampare direttamente o salvare il modulo in formato .pdf e la procedura viene direttamente gestita da Sky. La procedura si perfeziona con la restituzione degli apparecchi consegnati dall’azienda e se non si provvede entro 30 giorni all’adempimento, le sanzioni che si applicano per ciascun dispositivo trattenuto vanno da 20 € a 150 €.

Un facsimile del modulo di disdetta Sky è il seguente (si cita un esemplare - ma si prega di verificare sempre che sia quello adatto alla propria situazione):

« Oggetto: Disdetta abbonamento …

Il/La sottoscritto/a___________________nato/a a______________________ il _____________ Codice fiscale ___________ Residente a_____________________ in Via/Piazza________________n.___________

Premesso

Che in data __________________ ha sottoscritto una richiesta di abbonamento con codesta società con codice cliente n____________________

Ritenuto

Di non voler più usufruire di tale servizio e dare formale disdetta del contratto di abbonamento di cui all’oggetto

Visto

Il Decreto Bersani (D.L. n. 7 del 31/01/2007 – Gazzetta Ufficiale n. 26 del 01/02/2007 convertito in Legge n. 40 del 02/04/2007 – Gazzetta Ufficiale n. 77 del 02/04/2007

Comunica

Di voler recedere dal contratto di abbonamento sopra citato con codesta società SKY, con effetto immediato e comunque entro e non oltre trenta giorni dalla data di ricezione di questa comunicazione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. L’istituto cassiere pertanto autorizzato a provvedere al pagamenti di Sky sino al mese successivo alla data di ricezione di questa comunicazione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento e non oltre tale mese, ritenendo pertanto estinto ogni rapporto con il pagamento della vostra fattura relativa al mese successivo alla data di ricezione di questa comunicazione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento.

Precisa

Inoltre che, qualora la mia attuale Smart Card dovesse essere da Voi disabilitata prima della fine del mese successivo alla data di ricezione di questa comunicazione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, la disdetta si intenderà tacitamente operante dalla data della disattivazione medesima, con conseguente cessazione dei pagamenti, senza necessità di ulteriore comunicazione da parte mia.

Alla presente si allegano:

  1. Fotocopia del documento di identità;
  2. Copia della richiesta di abbonamento.

Distinti Saluti

Firma ____________________

Lì__________ data_______________ »