Può capitare che un utente abbia sottoscritto un abbonamento con una compagnia telefonica, ma che, col passare del tempo, non sia soddisfatto dei servizi offerti. Da qui l’idea di disdire dal contratto precedentemente stipulato. In questi anni, a fronte dell’incremento delle società telefoniche e delle offerte contrattuali, si è assistito anche ad una semplificazione delle procedure di disdetta, con informazioni e documenti disponibili online. Tra le società che facilitano tale iter, vi è Tiscali, infatti il modulo disdetta Tiscali si trova facilmente sul sito web dell’azienda sarda.

Come vedremo, recedere da un contratto sottoscritto con questa compagnia telefonica non risulta complicato, tuttavia bisogna fare attenzione a compilare in modo accurato e in tutte le sue parti il modulo di disdetta dell’abbonamento ADSL. Importanti sono anche le tempistiche con cui inviare tale modulo compilato, in quanto eventuali ritardi potrebbero causare varie problematiche per l’utente e inutili perdite di tempo. Ricordiamo inoltre che, in taluni casi, una disdetta anticipata del contratto determina comunque il pagamento di un indennizzo alla società di telefonia.

Se si vuole chiedere la disdetta del contratto di abbonamento ADSL con Tiscali, bisogna inviare a tale gestore la consueta raccomandata con ricevuta di ritorno, chiedendo esplicitamente il recesso anticipato dai servizi cui si è aderito.

Di seguito il menu dell'articolo

Oltre al modulo di disdetta Tiscali andrà inviata anche una copia del documento di identità. Vi forniamo un fac-simile di modello per disdire l'abbonamento che potete compilare e inviare per effettuare il recesso dal contratto.

Ormai cambiare la linea di casa per internet o per le chiamate è cosa frequente: molte sono le offerte vantaggiose che si susseguono e un po' di risparmio fa gola a tutti. Attenzione però quando decidete di compiere questo passo, leggete attentamente termini e condizioni per non cadere in qualche errore.

Disdire i servizi offerti dalle compagnie telefoniche comporta un processo molto simile in tutte le compagnie. Nel caso della compagnia Tiscali si parla di un contratto annuale, quindi per la disdetta dovrete inviare il modulo tramite raccomandata. Attenzione, il mancato invio del modulo potrà provocare sanzioni di tipo pecunario. La compagnia avrà così trenta giorni di tempo per disdire tutti i vostri servizi.

Il modulo di disdetta invece deve essere compilato ed inviato solo nel caso in cui non si intenda passare ad un altro operatore ma si voglia esclusivamente cessare il rapporto con Tiscali. La disdetta verrà attivata dopo al massimo 30 giorni dal giorno in cui avete inviato la richiesta. Attenzione a non inviare il modulo e allo stesso tempo avviare le pratiche per la migrazione perché si rischiano sovrapposizioni e disservizi che per risolversi avrebbero bisogno di giorni. Attenzione dunque alla modulistica e ai tempi.

Disdetta Tiscali: Fac Simile del Modulo

Alla cortese attenzione

Spett.le

Tiscali S.p.a.

Ufficio Gestione Contratti

S.S. 195 Km 2300

09122 CAGLIARI

Oggetto

Richiesta disdetta abbonamento ADSL numero contratto

Il sottoscritto / a

nato / a

il ______________a ______________, residente in via/piazza_________

codice fiscale _________________, codice cliente ________________, in quanto ha sottoscritto un contratto _________________

(specificare tipo di contratto) fornito dalla vostra società per la linea telefonica corrispondente al

numero telefonico ______________________________ intestata a _________________

Codice Fiscale _________________,

richiede la formale disdetta del suddetto rapporto di contratto con decorrenza a partire dal ______________________________________________

secondo quanto disposto dall'art. 1 della Legge 2 aprile 2007, n. 40

Viene inoltre richiesto che la linea attualmente impegnata dal servizio ADSL sia resa libera e disponibile per altri operatori.

Si allega fotocopia del documento d’identità.

Cordiali saluti

Data

Luogo

Firma

Modulo di disdetta Tiscali: subentro per il contratto di fornitura dell'utenza

Modulo disdetta Tiscali

Oltre al diritto di recesso, al termine del contratto o anticipatamente per passaggio ad altro gestore, esiste la possibilità di subentrare ad una titolarità già esistente. Cosa significa? Un soggetto può trasferire il suo contratto ad un altro, mantenendolo invariato, attraverso una procedura piuttosto semplice. Sul portale della compagnia telefonica è disponibile il modulo apposito, incluso nella sezione riservata alla gestione del proprio abbonamento, che va debitamente compilato in ogni sua parte. Fate attenzione ad indicare il vostro consenso al passaggio di intestatario, altrimenti non sarà valida la richiesta. Inoltre è fondamentale che il subentrante sappia che il contratto verrà “ceduto” così com’è, senza possibilità di modificarlo per quel che riguarda la tariffazione o i servizi inclusi, potrà solamente indicare nel modulo con quale modalità intende pagare il servizio (bolletta, accredito bancario)

Per la tempistica occorre attendere dai venti ai trenta giorni lavorativi, mentre per quanto riguarda il costo che vi sarà addebitato per la procedura è pari a € 5. A disposizione c’è anche il numero Tiscali, a cui ci si può rivolgere per qualsiasi dubbio sul subentro del contratto.

Restituzione dei beni accessori come il modem

Nel caso di contratto telefonico linea fissa + adsl, una volta che si decide di cambiare gestore oppure di recedere solamente con Tiscali, è necessario provvedere alla restituzione dei beni accessori, come ad esempio il modem, che è dato in genere in comodato d’uso (quindi è di proprietà della compagnia telefonica).

La procedura prevede che esso venga restituito entro i quattordici giorni successivi alla data di comunicazione del recesso, provvedendo contestualmente al pagamento della restituzione. Se per qualsiasi motivo il titolare del contratto non riconsegna il bene entro il termine stabilito, pagherà delle penali. Tali sanzioni pecunarie variano in virtù del tempo in cui il modem è stato in possesso del titolare, vanno da € 20 a massimo € 60. Sul sito Tiscali è possibile visionare l’indirizzo a cui spedire il modem per la restituzione. termina qui il nostro approfondimento per la disdetta tiscali. Speriamo ti sia piaciuto.

Come migrare tra un vecchio e un nuovo gestore telefonico?

Quanto si disdice un abbonamento con il proprio gestore telefonico, spesso è necessario migrare verso un altro operatore. È possibile infatti fare una richiesta di disattivazione dei servizi offerti da Tiscali selezionando una precisa modalità: il trasferimento tra gestori, quindi mediante migrazione, o attraverso una cessazione, che è costituita dalla disdetta totale della linea. La prima opzione spesso richiede una procedura particolare, che verrà declinata all’interno di questo articolo. Lo switch tra un gestore è un altro, altro non è che un passaggio che permette alla clientela di traslare tra il gestore di un servizio e un altro, non mancando nella continuità di resa del servizio. Il passaggio di migrazione è stato legittimato grazie a Agcom, per mezzo della delibera 274/ CONS, che ha consentito l’attivazione a partire esclusivamente da chi è intestatario del contratto. Proprio l’intestatario è nelle possibilità di effettuare una richiesta verso un gestore del tutto diverso, possedendo un codice dato dal gestore che si vuole lasciare, chiamato codice migratorio o di migrazione. Questo codice è utile per l’identificazione da parte degli operatori di telefonia corrente e per coloro che garantiscono un accesso alla linea internet per poter favorire l’amministrazione della procedura. Interesse del nuovo gestore sarà quello di inviare al vecchio operatore la richiesta da parte del cliente con l’obiettivo di avviare un processo che consentirà a fine mese la possibilità di ultimare la procedura, attivando il nuovo servizio e chiudendo definitivamente quello passato. Nel caso in cui sia attiva la possibilità di pagare a rate gli importi del pagamento connessi all’acquisto dei prodotti o di alcuni servizi, come il costo di attivazione, chi fa la richiesta di migrazione avrà il compito di fare comunicazione al servizio clienti dell’operatore, che in questo caso è Tiscali, il un lasso di tempo che non superi i 5 giorni dalle attività di passaggio. Una nota importante va assolutamente fatta: se si ha l’obiettivo di realizzare un processo di migrazione senza inviare una raccomandata che contenga la domanda di termine del rapporto, bisogna assicurarsi che l’Inter se azione delle  procedure con provochi spiacevoli disservizi.

Semplificazione della procedura di disdetta e informazioni relative

La società di telefonia Tiscali, comunque, offre informazioni molto dettagliate e semplificate sulla procedura da seguire per la disdetta per i servizi telefonici o internet sul proprio sito web. Infatti, d’altronde, uno degli aspetti maggiormente apprezzati della compagnia sarda risulta essere la semplicità delle varie procedure offerte all’utente. Nella pagina internet relativa all’assistenza Tiscali, infatti, sono disponibili informazioni sia per un eventuale passaggio tra gestori (cosiddetta immigrazione) e sia per la disattivazione totale della linea (cioè la cessazione).

In quest’ultimo caso, è possibile digitare due numeri telefonici differenti (uno per la clientela privata e l’altro per quella commerciale) per ottenere chiarimenti e informazioni relative ai singoli passaggi da effettuare. Altrimenti, addirittura, è disponibile anche un link per compilare il modulo online per la disdetta dei servizi offerti. Pertanto, in base alle diverse situazioni, si può scaricare, compilare e spedire un modulo cartaceo attraverso posta tradizionale oppure lo stesso lo si può compilare direttamente online sul sito della compagnia telefonica medesima.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group