La procedura per effettuare la segnalazione di un cambio di residenza a Torino è uguale per tutta la nazione, ma ogni comune si organizza in autonomia.

Di seguito il menu dell'articolo

Procedura di istanza per il cambio di residenza a Torino

Le fasi sono tre: presentazione della domanda per il cambio di residenza a Torino, verifica dei vigili urbani, cancellazione dal comune di provenienza. Il comune di Torino predispone cinque modalità per inoltrare la richiesta per il cambio di residenza:

  1. presentazione allo sportello anagrafico;
  2. comunicazione con raccomandata all'indirizzo postale: Anagrafe di Torino - Piazza Palazzo di Città 1- 10122 Torino (inviando i moduli di dichiarazione di residenza e Mod. TARSU corredati da copia del documento di identità personale);
  3. invio dei moduli a mezzo fax al numero 011-4425588 allegando la dichiarazione di residenza e Mod. TARSU corredati da copia del documento di identità personale;
  4. invio attraverso la casella di Posta Elettronica Certificata del dichiarante alla casella di Posta Elettronica Certificata del comune Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
  5. invio dei moduli firmati da chi dichiara e una fotocopia del  suo documento di identità acquisiti mediante scanner tramite casella di posta elettronica semplice all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si dovrà utilizzare una sola delle modalità sopraindicate ed evitare di inviare la stessa richiesta di cambio di residenza a Torino a indirizzi diversi.

Gli uffici dell’anagrafe a Torino: come fare un cambio di indirizzo

Qualora si decida di presentare la domanda di cambio di residenza a Torino personalmente, bisogna recarsi presso uno sportello anagrafico in tutte le sedi decentrate, esclusivamente su prenotazione.

Il Cambio di residenza a Torino online

Sperimentalmente, dal 12 aprile 2012 è stato attivato dal comune di Torino uno sportello con ricevimento su prenotazione anche presso la sede centrale di via della Consolata 23. Tuttavia, l’accesso libero alla sede centrale sarà possibile solo se non prenotati presso altra sede o se si è disdetta una prenotazione.

Cambio di residenza a Torino

La prenotazione è effettuabile presso tutte le sedi (anche per conto terzi purché presentino il documento dell’interessato), o tramite posta elettronica all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In caso di prenotazione tramite e-mail, si dovranno indicare i seguenti dati obbligatori:

  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita
  • Luogo di nascita
  • Nazionalità
  • Città di provenienza o stato estero
  • Numero componenti coinvolti
  • Indirizzo e-mail
  • Numero di telefono
  • Sede anagrafica prescelta (nel caso in cui i tempi di attesa nella sede anagrafica prescelta siano troppo lunghi verranno proposte soluzioni alternative. I giorni e gli orari possono variare a seconda dell’anagrafe prescelta).

A termine della prenotazione si riceverà un’e-mail con l’indicazione della data e luogo dell’appuntamento. Al richiedente spetta, infine, confermare la prenotazione (sempre per e-mail).

Cambio di residenza a Torino: la modulistica per segnalare la variazione di indirizzo

Sia che si inoltri la pratica per posta elettronica certificata o per raccomandata o fax o personalmente, è necessario scaricare dal sito del comune di Torino, la modulistica necessaria e in base alle proprie esigenze:

Aggiornamento 2022 sul cambio di indirizzo all'anagrafe di Torino

Per poter effettuare un cambio di residenza a Torino, sia per un semplice cambio di casa all'interno della stessa cittá oppure se provenienti da un'altra localitá italiana o estera, le procedure richieste si sono semplificate e rese piú veloci grazie all'uso dei mezzi digitali ed elettronici, cosí come abbiamo visto efficacemente nel video proposto. Andiamo comunque con ordine e vediamo quali sono le novitá maggiori da questo punto di vista e come procedere per richiedere un cambio di residenza nella cittá di Torino, utilizzando inizialmente la modalitá online.

Difatti, per coloro che intendono modificare la residenza all'interno dello stesso territorio comunale torinese, ci si deve collegare ed accedere ad un apposito portale, denominato "TorinoFacile". L'accesso è possibile effettuarlo attraverso l'uso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identitá Digitale, che puó essere attivato presso gli sportelli postali o nelle tabaccherie abilitate) oppure CIE (cioè Carta d'Identitá Elettronica) o, ancora, CNS (Carta Nazionale dei Servizi). E successivamente proseguendo la procedura indicata all'interno del sito.

In alternativa, si possono inviare i documenti richiesti, attraverso un'email, all'indirizzo di posta elettronica "Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." o ci si puó recare direttamente di persona allo sportello comunale di Via della Consolata 23. In quest'ultimo caso, come detto in precedenza, soltanto a seguito di prenotazione, effettuata peró attraverso il servizio "SportelloFacile" della piattaforma online di TorinoFacile, accessibile attraverso credenziali SPID, CIE o CNS. I moduli da compilare saranno essenzialmente due: la dichiarazione di residenza e il modulo tassa rifiuti.

Per coloro che invece provengono da un altro Comune italiano, la procedura da seguire rimane la medesima, tuttavia nel caso si utilizzasse la modalitá attraverso email, allora l'indirizzo a cui inviare la modulistica è lo stesso descritto in precedenza e cioè "Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.". Ricordiamo che i files allegati per tale email dovranno essere tutti in formato Pdf. L'iter è il medesimo anche per quegli italiani iscritti all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero), che provengono da un Paese straniero.

La residenza temporanea: di cosa si tratta?

Tutti i cittadini che sono residenti all’interno di un comune al di fuori dei confini di Torino, che però possiedono una dimora e vivono all’interno della città in maniera provvisoria, i quali però non sono ancora in delle condizioni stabili dal punto di vista residenziale, possono di fatto chiedere un’iscrizione all’interno dello schedario finalizzato alla registrazione della popolazione momentanea.  Tutti coloro che si iscrivono, inviano la domanda direttamente all’interessato, il quale può inviare una presentazione soprattutto per differenti componenti appartenenti al proprio circuito familiare: ai membri della famiglia è concesso in seguito agli accertamenti gestionali. Bisogna però fare molta attenzione, perché questa iscrizione non da in alcun modo diritto ad una vera certificazione, tranne nel caso di cittadini che appartengono all’Unione europea e che possono dunque aver garantito l’attestato di iscrizione. Questa tipologia di iscrizione ha la validità di un anno e, al di là di questo termine, sarà il centro anagrafico a tenere conto della cancellazione dal registro. Passato un anno dalla cancellazione, è possibile presentare una domanda di iscrizione, tranne nel caso in cui la casa abbia assunto un carattere abituale: In questo caso sarà utile procedere con un’iscrizione direttamente nel registro residenziale.

Inoltre se un cittadino abita temporaneamente nel comune di Torino e non ha intenzione di richiedere un’iscrizione all’interno dello schedario della popolazione, questa non ha nessun obbligo di effettuare confronti al centro anagrafico. Diversamente, se la dimora nel centro di Torino è causata da motivazioni di lavoro, studio o salute, allora è possibile effettuare una presentazione che viene richiesta in veste di iscrizione temporanea, con la finalità di garantire assistenza e mediante la comunicazione all’ASL di competenza. Ebbene ricordare che la residenza temporanea è rivolta a tutti i cittadini italiani che vivono all’interno di un altro comune italiano ma che vivono a Torino da un tempo minimo di 4 mesi.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group