Col tempo anche la carta d'identità può subire un processo di deterioramento, che potrebbe ostacolare il riconoscimento del suo proprietario. Spesso infatti, quando la carta d'identità è deteriorata, può risultare difficile leggere determinati dati riportati sulla stessa.

Essendo la carta in oggetto uno dei principali documenti di riconoscimento, in caso di deterioramento, ma anche di furto o smarrimento, può essere richiesto il suo rinnovo. In caso di deterioramento, smarrimento, furto o di dati identificativi non più corrispondenti, si può infatti chiedere il duplicato del documento. Nei casi di furto e smarrimento, andrà presentata anche la fotocopia della denuncia rilasciata all'autorità di Pubblica sicurezza (Questura o Carabinieri).

I cittadini in possesso di una carta d'identità deteriorata non potranno avere il timbro attestante la nuova validità, in caso di rinnovo e scadenza decennale. Va comunque fatta la richiesta di rinnovo, anche nei sopracitati casi di smarrimento e furto. Ecco uno dei motivi per cui molti preferiscono richiedere il documento in formato elettronico.

Documento elettronico

Richiedere la carta d’identità in formato elettronico può essere molto conveniente in quanto la rigidità e plasticità del materiale utilizzato impedisce particolari danneggiamenti del documento, evitando di doverlo rifare prematuramente.

Come riportato dal sito del comune di Roma, la carta d’identità è un documento di riconoscimento, valido 10 anni (In fase di sperimentazione). La Carta d’Identità Elettronica può essere rilasciata solo ai cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale.

Contrariamente alla Carta d’Identità cartacea, il rilascio “ a vista” non può essere garantito. Il Municipio Roma VII (ex IX) è l’unico che effettua tale sperimentazione, aperta a tutti coloro che risiedono nel territorio di Roma Capitale. Il cittadino può presentare la richiesta in qualsiasi momento di apertura al pubblico.

Per il rilascio della carta d’identità elettronica è necessario recarsi presso gli sportelli del Demografico del Municipio VII in via T. Fortifiocca, 71 per l’accettazione e, in tale sede, verrà concordato un appuntamento.

Se si è smarrita la carta d’identità elettronica, si può richiedere il documento in formato cartaceo in qualunque Municipio, quest’ultimo provvederà a comunicare la richiesta di annullamento della carta d’identità elettronica al Municipio VII (ex IX).

Per il rilascio della Carta d’Identità Elettronica non occorre portare le foto.

Costi

  • Euro 5,42 per il modulo di richiesta da acquistare allo Sportello della Tesoreria presso il Municipio;
  • Euro 20,00 da pagare allo stesso Sportello, dopo l’emissione della Carta, previa compilazione di apposita reversale da parte dell’operatore anagrafico che emette la Carta d’Identità Elettronica.

(si precisa che in caso di rilascio di Carta d’Identità Elettronica per deterioramento, furto o smarrimento occorre anche una marca di euro 5,16 da acquistare allo Sportello della Tesoreria presso il Municipio ).

Tempi

La carta sarà rilasciata il giorno in cui è stato fissato l’appuntamento.

Se invece si preferisce comunque rimanere con il più classico formato cartaceo, si può comunque richiedere un duplicato del documento.

Richiedere duplicato del documento deteriorata

Per ottenere il duplicato nei casi di carta d'identità deteriorata in modo molto grave, sarà necessario presentarsi presso gli Uffici competenti, ovvero l'anagrafe e le Circoscrizioni Comunali, in base al luogo di residenza del richiedente.

Il duplicato della carta deteriorata, smarrita o rubata, è possibile ottenerlo presentando i seguenti documenti:

  • copia della denuncia di smarrimento o furto, rilasciata dalla Questura o dal Comando dei Carabinieri;
  • la vecchia carta d'identità deteriorata;
  • tre foto formato tessera identiche, senza cappello e a colori, nelle quali il richiedente sia ben riconoscibile.

Partire con il documento rovinato

Sarà capitato quasi a tutti, di ritrovarsi pronti a partire per un viaggio, e fare mentalmente una lista delle cose importanti da non dimenticare. Certamente, vi sarà capitato di pensare che, avendo in valigia il documento di identità non scaduto, il biglietto e la carta di credito, si può stare tranquilli e prendere il vostro volo. Tanto il superfluo che si è eventualmente dimenticato lo comprerete appena giunti a destinazione. Per esempio vi può succedere di presentarvi all’imbarco e sentirvi dire che non potete salire sul vostro volo perché la carta d’identità è deteriorata oppure riattaccata con lo scotch.

Documento rotto = documento non valido

Cosa fare, quindi, se la carta d’identità è deteriorata ma voi ve ne siete accorti soltanto quando siete già in aeroporto? Tranquilli, non tutto è perduto! Ecco che cosa potete fare:

  • Aggiustarla con lo scotch: si tratta di un tentativo molto disperato, però si può provare e sperare che gli operatori non si rendano conto che due pagine erano strappate.
  • Recarsi all’anagrafe del comune di residenza per farsi rilasciare un documento nuovo.
  • Usare un diverso documento di identità se il vostro viaggio è dentro ai confini nazionali, potete utilizzare un altro documento atto ad accertare la vostra identità. Questi documenti possono essere:
    • Patente;
    • patente nautica;
    • libretto di pensione;
    • patentino abilitazione alla conduzione impianti termici;
    • porto d’armi;
    • tessere di riconoscimento con fotografia e timbro emesse da amministrazioni dello Stato.
  • Rivolgervi ad un ufficio “Carte d’identità al volo”, per esempio, all’aeroporto di Fiumicino esiste un ufficio apposito organizzato per fare fronte proprio a questo tipo di problemi. Dovrete però riuscire a munirvi, oltre al documento deteriorato di 3 fototessere. Per usufruire di questo servizio il tuo aereo deve volare entro 7 giorni al massimo dalla data della richiesta; hanno precedenza i passeggeri con voli che partono in giornata.

Se, diversamente, dovete volare verso un altro Paese, l’unico altro documento di identità che viene riconosciuto è il passaporto.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Modulo disdetta Sky, cosa c’è da sapere

Sky-Tv.jpg

Guardare la televisione è molto probabilmente il passatempo principale di noi essere umani. Che sia per guardare una partita, un film o uno spettacolo di intrattenimento siamo ‘obbligati’ a sostare dinanzi a quella scatola magica capace di trasmettere di tutto.

Rinnovo porto d’armi: ecco le procedure da seguire

rinnovo porto d'armi

Il porto d’armi è un’autorizzazione che viene concessa dalle autorità statali in presenza di condizioni specifiche a chi intende acquistare e detenere delle armi.
Trattandosi di un’autorizzazione particolare, questa ha una validità limitata nel tempo ed ha quindi una scadenza variabile a seconda dei casi, motivo per cui prima della scadenza occorre procedere al rinnovo porto d’armi, rinnovo che vi spiegheremo a breve come fare.